Categories

WI-FI una minaccia invisibile che sta distruggendo la nuova generazione

wi fi dangenrs

 

L’esposizione a radiazioni di basso livello come: microonde e Wi-fi possono causare danni al cervello, cancro, difetti di nascita, aborti spontanei, anormale crescita delle ossa.

Le persone che rischiano di più sono donne e bambini.

Tutto era ben documentato e studiato ben prima di fare entrare nel mercato questa tecnologia. Gli effetti biologici, pericolosi e letali, sono stati elusi per preservare gli enormi profitti che le grandi aziende tecnologiche ricevevano.



>

Il Professor John Goldsmith, consulente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in Epidemiologia e Scienze della Comunicazione, ha mostrato che l’esposizione al Wi-Fi è ormai diventata la principale causa di aborti: anche nel 47,7% dei casi, all’esposizione a queste radiazioni. Dei casi di aborto sono avvenuti entro le prime sette settimane di gravidanza.
Un altro fattore allarmante è che nei bambini l’assorbimento delle microonde può essere dieci volte superiore agli adulti perché il tessuto cerebrale e il midollo osseo di un bambino hanno proprietà di conducibilità elettrica diverse da quelle degli adulti, a causa del loro contenuto di acqua più elevato. L’esposizione di microonde a basso livello può indurre un danno ossidativo cronico “stress” e nitrossativo, quindi mitocondri cellulari (mitocondriopatia).

Questo “stress” può causare danni irreversibili al DNA mitocondriale. Il DNA mitocondriale ,non può essere riparato a causa del basso contenuto di proteine e i danni possono essere permanenti.
L’Organizzazione mondiale della sanità ha mostrato i rischi  dell’esposizione al wi-fi in un documento di 350 pagine conosciuto come “International Symposium Research Agreement No. 05-609-04” (“Effetti biologici e danni alla salute da microonde a radiazione – Effetti biologici, Salute e mortalità in eccesso mediante irradiazione artificiale di frequenza radio a microonde “).

Un altro documento del Comitato Nazionale russo per la protezione delle radiazioni non ionizzanti ha mostrato gli effetti che il wi-fi causa ai bambini: l’85% di aumento delle malattie del sistema nervoso centrale, l’aumento dell’36% dell’epilessia, l’aumento di malattie mentali, l’11%, l’aumento dell’82% di malattie immunitarie e rischio per il feto. Anche nel 2002, 36.000 luminari di medicina provenienti da tutto il mondo firmarono l’Appello di Friburgo”; in esso c’era un riferimento specifico contro l’uso di Wi-Fi e l’irradiazione dei bambini, Adolescenti e donne in gravidanza.

Gli esperti consigliano di seguire questi 11 accorgimenti per la protezione dalle radiazioni:
1) Non fare utilizzare il telofonino ai bambini, salvo in caso di emergenza. Gli SMS sono tollerati, ma è meglio ridurre anche questi ultimi. La Francia, non sorprende, ha vietato la pubblicità di telefoni cellulari rivolti a bambini al di sotto dei 14 anni.
2) Utilizzare sempre gli auricolari con il cavo (non quelli wireless). Si raccomanda anche l’uso del vivavoce.
3) In presenza di una rete bassa o mancanza di campo, non effettuare chiamate. In questi casi sarà necessaria maggiore potenza radiante, con conseguente radiazione più elevata.
4) Usa il tuo cellulare il meno possibile, quando sei in movimento, come ad esmpio, treno o auto. Il rischio costante di diminuzione del segnale aumenta in questi casi, l’emissione di radiazioni.
5) Non tenere il telefono all’orecchio o vicino alla testa durante le chiamate, quando la radiazione è più forte. Fallo solo dopo che il tuo interlocutore risponde.
6) Non tenere il telefono nella tasca, nel taschino della camicia o nella giacca che indossi;
7) Cambia orecchio spesso durante la conversazione e, soprattutto, riduci la durata delle chiamate.
8) Utilizza il più possibile, quando lo puoi fare, l’accesso alla linea fissa e usa strumenti di messaggistica istantanea come ad esempio Skype o simili.
9) Non addormentarti mai con il telefono vicino alla testa.
10) Scegli sempre modelli con una SAR bassa (specifica frequenza di assorbimento delle radiazioni).
11) Non utilizzare gli smartphone sono i più pericolosi.